Come sturare il Lavandino in modo Naturale

Probabilmente vi è capitato di avere almeno una volta, il lavandino o la doccia, intasati. Residui di sporco, ma anche calcare possono intasare i tubi e creare l’ingorgo. Solitamente per stasare ci affidiamo a rimedi chimici. Estremamente inquinanti, ma di sicuro effetto. Bene, prima di correre a comprarne uno, proviamo con questi metodi, magari un po’ obsoleti, ma per la maggior parte delle volte efficienti. Alla fine, la ricetta della nonna, sarà la migliore. Almeno non inquinerà.

Prima di tutto ricordate di tenere il più pulito possibile il vostro scarico. Almeno una volta ogni 15 giorni, gettate nello scarico dell’acqua calda con molto sale. Il sale eroderà lo sporco accumulato e l’acqua calda aiuterà il distaccamento. Questa semplice operazione permetterà di mantenere i tubi dello scarico puliti, evitando l’ingorgo.  Se comunque si presentasse, provate con uno dei seguenti metodi:

  • Prima di tutto la classica ventosa. Non è detto che non funzioni, tanto vale provare.
  • Preparate un disgorgante naturale con acqua calda, sale grosso e bicarbonato. Sale grosso e bicarbonato devono essere nella stessa quantità. In questo caso lasciate agire almeno 5 minuti, così che il composto possa lavorare al meglio.
  • Usate l’acqua di cottura delle patate lesse. Sembra ridicolo? Beh, qualcuno giura che funziona. Sembra che l’amido delle patate si attacchi allo sporco sciogliendolo grazie all’effetto dell’acqua calda.
  • Non dimentichiamoci l’aceto. Alleato perfetto per le pulizie di casa. Lo potrete usare in vari modi: far bollire un litro di aceto e gettarlo nello scarico, avendo cura di farlo agire almeno 30 minuti. Oppure versare un bicchiere di aceto bollente dove avrete sciolto diverso sale. Anche in questo caso dovete lasciare agire.

Per gli ingorghi più forti, potete provare a mescolare tutti gli ingredienti: acqua calda, aceto bianco, sale grosso, bicarbonato. L’ordine esatto è questo: 1 bicchiere di sale seguito da 1 bicchiere di bicarbonato e da uno di aceto. Si lascia agire 2/3 minuti e poi si aggiunge l’acqua bollente, a occhio.

Se dovesse risultare molto più forte del previsto, l’ingorgo potrà essere eliminato lasciando agire sale bicarbonato e aceto per tutta la notte. La mattina una abbondante caraffa di acqua calda e il problema dovrebbe risolversi.

Insomma, che dire: proviamole tutte prima di rischiare di inquinare!

Questa voce è stata pubblicata in Eco-Guide e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>