Asus Padfone: ridisegnato per il MWC 2012?

Asus Padfone

Questo può essere un telefono, ma anche un tablet e può avere pure una tastiera. Tutto in un apparecchio unico, ossia il nuovo Padfone di Asus. Un progetto che nonostante lo scetticismo dei primi tempi, quando l’azienda orientale un anno fa annunciò la nascita del nuovo dispositivo, sembra poter effettivamente avere uno sbocco sul mercato.


I dubbi rimarranno tali almeno sino alla prossima settimana quando al Mobile World Congress di Barcellona Asus presenterà effettivamente per la prima volta il suo nuovo Padfone, dispositivo che raccoglie in un unico soggetto tre funzioni diverse, come quelle dello smartphone, del tablet e del netbook.

Un modello che deriva direttamente dal concept ammirato durante il recente CES di Las Vegas e che si evolve rispetto a quanto visto in anteprima nel 2011. In particolare quello mostrato a Las Vegas funzionava con l’originale dock tastiera del Trasnformer TF101 mentre il nuovo apparecchio dovrebbe essere compatibile con il dock del Transformer Prime TF201. Lo dimostra anche il video teaser che la stessa azienda ha lanciato di recente, con una serie di bamboline matrioske russe ed un messaggio chiaro: “1 + 1 + 1 = infinite possibilità”.


Un passaggio, quello al Transformer Prime, che potrebbe veramente rendere efficiente il nuovo Padfone. Resta da capire se Asus deciderà di lanciare il suo nuovo prodotto su tutti i mercato mondiali e soprattutto l’interesse che possa suscitare nel pubblico.

Via: androidandme.com


Pubblicità

Questa voce è stata pubblicata in Cellulari Android e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Asus Padfone: ridisegnato per il MWC 2012?

  1. Pingback: Un nuovo Asus Transformer ad alta risoluzione è pronto per il MWC? | KyWeek

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>